Un Consigliere di PESO – Il blog di Andrea Capelli

Consigliere Comunale di Reggio Emillia


1 Commento

Io oggi vado a votare!

Ci saranno dei colleghi consiglieri comunali ad aspettarmi all’ingresso di Palazzo Allende, che mi diranno che siamo come ad Hong Kong e che è meglio disertare. Ma oggi si elegge il nuovo Presidente e Consiglio Provinciali e io ci tengo molto ad esercitare il mio diritto/dovere di voto.

Sarà anche discutibile, e forse nemmeno troppo discussa, questa riforma che ha trasformato -non eliminato- le Province da Enti elettivi a Enti di Secondo Grado (eletti dagli eletti). In effetti più che i costi della politica si sono eliminati i costi della democrazia.

Ma parlandone ieri sera con una persona, le ho chiesto se si ricordasse 5 anni fa chi fu eletto consigliere comunale nella propria frazione. Mi ha risposto Angelo Cigarini. Poi le ho chiesto se si ricordasse il nome di qualche assessore comunale del passato mandato Delrio. Mi ha risposto Paolo Gandolfi e Mimmo Spadoni. Poi le ho chiesto se si ricordasse qualce consigliere provinciale fosse stato eletto dal suo collegio 5 anni fa e di farmi il nome di qualche consigliere o assessore provinciale dello scorso mandato. Mi ha risposto chiedendomi cos’è un collegio.

alla fine della discussione, questa persona mi ha detto: “Io penso sia giusto così, quando votavo per la provincia, votavo per un partito che aveva scelto i nomi dei consiglieri e degli assessori, quindi mi fido di te. Io ti ho votato come consigliere comunale, tu mi rappresenti e conosci meglio di me le persone che andranno in Provincia, forse le scegli meglio di me..”

io oggi vado a votare. Lo devo alle persone che mi hanno eletto. Non votare sarebbe da irresponsabili.

Annunci


Lascia un commento

RonkoFest, Anno Zero

ronkofestL’idea bolliva in pentola già da un paio d’anni all’interno del direttivo del Circolo PD Reggio2: oltre a FestaReggio (che impegna per tanti -forse troppi- giorni i volontari dei circoli cittadini) pensare ad una piccola festa di quartiere sull’onda dei successi delle altre feste in città, Biasola in primis, è diventata una necessità-virtù proprio dopo la campagna elettorale di Luca Vecchi che con il suo tour nei quartieri e nelle frazioni ha visto una grossa opportunità. Proprio a Roncocesi infatti, quando passarono Pippo Civati ed Elly Schlein, il Sindaco promise di ripassare. Ed è ripassato sempre al Centro Sociale “Tasselli” il venerdì prima del voto nel pomeriggio insieme ai candidati Andrea Capelli, Emilia Davoli, Salvatore Scarpino e Teresa Rivetti, proprio per parlare del nocciolo della questione.
Roncocesi infatti è una frazione alle porte di Reggio che ha visto negli ultimi vent’anni passare la popolazione residente da meno di mille anime a quasi più di 2.000 abitanti. Gli spazi aggregativi però hanno fatto fatica a tenere il passo con questa esplosione demografica del Paese dove nuovi residenti e famiglie storiche non sono riuscite in poco tempo a ritrovarsi e (ri)conoscersi, rischiando di trasformarsi da paese a frazione-dormitorio. La Scuola, la Parrocchia, il Centro Sociale sono gli unici spazi pubblici di incontro di una frazione che ha visto sparire anche il passaggio del traffico di attraversamento dopo la costruzione della variante per Cadelbosco con l’avvento della TAV.

roncocesi festa
L’amministrazione comunale attraverso gli operatori di strada hanno messo in campo il progetto “Roncocesi in Rete” negli scorsi anni per ammorbidire le frizioni non solo tra nuovi e vecchi cittadini ma anche il conflitto inter-generazionale tra giovani ed anziani. Il Centro Sociale Tasselli era l’emblema di questo conflitto con i pensionati dediti al gioco delle carte e delle bocce e qualche giovane un po’ indisciplinato che ha in passato anche creato qualche problema di danneggiamento al Circolo stesso.
Ecco quindi che le parole del Sindaco Luca Vecchi in campagna elettorale sono calzate a pennello per questo esperimento: dobbiamo passare dalla “città delle persone” alla “città delle relazioni tra le persone”.

ronkofest pranzo
Il direttivo del Circolo PD Reggio 2 e il suo segretario Paolo Tamagnini hanno dato mandato alla Tesoriera del circolo Emilia Davoli di istruire la pratica e adempiere alle necessarie autorizzazioni burocratiche e a “gestire” il rapporto con il Centro Sociale, con i soci anziani più attivi che si sono prestati come volontari in cucina, capitanati dal presidente Enea Fratti, che oltre a mettere a disposizione gli spazi, ha dato anche un contributo economico, sia da parte del PD che dal Centro Sociale, a copertura delle potenziali perdite in caso di flop o di maltempo. Un vero e proprio “investimento politico”.

ronkofest volantino
Ma il motore del comitato organizzatore sono state le RoncoBabies, sei ragazze di Roncocesi che si sono messe in gioco e con entusiasmo hanno dato vita alla festa: Marianna Piccinini, Adele Ghirri, Cecilia Magnani, Patrizia Casoni, Sara Beltrami, Debora Iotti hanno organizzato la due-giorni con l’entusiasmo della prima volta, coadiuvate da chi potesse avere più esperienza come Alessandro Neri per FestaReggio, Dario De Lucia per SputnikRock e Roberto Ballabeni per il Circolo 2 e la Pizzeria di FestaReggio.

roncobabies

Cecilia Magnani, Sara Beltrami, Marianna Piccinini, Patrizia Casoni, Adele Ghirri, Debora Iotti

Forse in molti non si aspettavano una risposta del genere: butti giù un volantino e una pagina su FaceBook con un programma semplice (sabato e domenica con 2 cene, 1 pranzo, 2 concerti) e ti ritrovi con 700 passaggi di visitatori, 500 pasti serviti, 10 bancarelle di hobbisti, A.P.E. onlus ed espositori (compreso il tavolo del nuovo giornale “Piazza Grande” sostenuto da Andrea Costantino e il Progetto UE “Garanzia Giovani”). La soddisfazione più grande è stata sentire i residenti di Roncocesi dire “grazie, dovete farla più spesso, qui non si esce mai di casa e ci sono persone che abitano qui da diversi anni e nemmeno si conoscono”.

piazza grande roncocesi
La notizia allora non è solo nel successo che ha visto riempire di persone la pista polivalente del Centro Sociale il 28 e 29 giugno 2014, ma la certezza che dopo questo entusiasmo e questa risposta molto positiva dei residenti, a Roncocesi si sono gettate le basi per fare in maniera continuativa “episodi di comunità” che vedranno in questo appuntamento, che è destinato a diventare kermesse, il momento d’incontro, di conoscenza e di dialogo trai cittadini, la migliore politica di integrazione, di sicurezza e di socialità che si possa mettere in campo.
Grazie ragazzi! Ci rivediamo l’anno prossimo, ma anche prima!

ronkofest cena


1 Commento

Grazie a tutti!

Grazie a tutti i Reggiani che hanno votato per Luca Vecchi Sindaco!

E grazie alle 920 persone che mi hanno dato la preferenza personale per il consiglio comunale!!

Siete tantissimi e sono molto onorato e sento la responsabilità di un mandato “di Peso” con questo risultato!

Ho scritto 920 perchè nella sezione n. 22 di Villa Cella ho preso 39 preferenze (fonte: il nostro rappresentante di lista presente allo scrutinio) ma per un errore materiale la presidente di seggio me ne ha assegnate zero sul verbale. Apri qui il link Il Pd ha segnalato l’errore alla commissione che potrà verificare le tabelle di scrutinio.

4 preferenze poi non mi sono state assegnate perchè nel seggio n. 7 su di quattro schede con scritto “Capelli” è stata trovata un’altra preferenza con un’altra calligrafia e quindi la scheda non è stata assegnata, anche io sono stato danneggiato da questo episodio, così come i consiglieri Scarpino e Rivetti! (fonte: il nostro rappresentante di lista presente allo scrutinio). Sono fiducioso che i lavori della Commissione Elettorale Circondariale che si è insediata oggi alle 15, presieduta da un giudice del Tribunale farà luce su questa triste vicenda e possa passare alla Procura le carte e i verbali di questo episodio per verificare se c’è stato reato e affinchè venga perseguito e condannato il responsabile. Se i verbali del Seggio esaminati dalla commissione dovessero riportare ipotesi di reato, mi chiederò come mai il presidente del seggio non abbia provveduto egli stesso, in quanto responsabile di tutto ciò che avviene dentro al seggio, ad inoltrare le segnalazioni alla Procura. Il Partito Democratico ha mandato i suoi due rappresentanti di lista ai lavori della Commissione, ho piena fiducia in loro a che vigilino e contribuiscano a condannare ogni irregolarità.


Lascia un commento

Rgolamento di Polizia Locale appena approvato, già da modificare?

Non ho letto nei programmi di alcuni candidati Sindaco la proposta di modificare l’articolo 11 del Regolamento di Polizia Locale..

Dal Regolamento di Polizia Locale:


Articolo 11
Distribuzione di oggetti. Volantinaggio

1.E’ vietato effettuare opera di volantinaggio mediante deposito di alcunché sui veicoli.
2.La distribuzione a mano di volantini o depliant è consentita, se non arreca disturbo alla circolazione od ai cittadini.
3.La distribuzione a mano di volantini non è consentita nei pressi dei luoghi di cura, ad eccezione dei casi in cui la stessa abbia finalità sindacali o politiche.

volantini auto fantuzzi

volantini auto fantuzzi2Fa sorridere poi che da qualcuno di questi candidati vengano sbandierati principi come Legalità, Fermezza, Ordine, Sicurezza, rispetto delle regole etc etc..volantini auto dandrea

volantini auto dandrea2
PS: Mi hanno segnalato di redarguire anche Daniele Marchi per par condicio!


1 Commento

Via Settembrini: Le bugie della Rubertelli – Il Comune ha sporto denuncia per atti vandalici e danneggiamento

Bisogna avere una bella faccia di tolla per raccontare balle per farsi pubblicità elettorale!

Mercoledì pomeriggio mi ha chiamato un cittadino di via Settembrini dicendomi che un vandalo ha rotto con un piede di porco il Pilomat. Poco dopo vedo che a questo link http://www.reggionline.com/?q=content/auto-travolge-dissuasore-settembrini-%C3%A8-polemica è stata pubblicata la notizia “Auto travolge il Pilomat di via Settembrini”.

Sento subito puzza di bruciato, anche guardando il video dove il candidato Sindaco Cinzia Rubertelli è con due candidati al consiglio comunale con in mano il coperchio del pilomat e dicono che un’auto è stata danneggiata dal pilomat stesso e che quindi il pilomat è pericoloso.

Decido di andare sul posto a vedere, perché non ci vedo chiaro e trovo una situazione all’opposto di quella descritta dai candidati di Progetto Reggio. Vi pubblico le foto che ho fatto.

via settembrini pilomat danneggiato

Alcune domande sorgono subito ovvie:

  1. È possibile, come dicono loro, che il pilomat si alzi mentre un’auto sta passando? Dal Comune assicurano di no, ci sono dei sensori che fermano subito il pilomat.
  2. Dov’è l’auto danneggiata? È intervenuto un carro attrezzi? L’automobilista ha fatto denuncia e ha chiesto i danni al comune? Non c’è traccia di nulla di tutto ciò.
  3. È possibile che un’auto vada a sbattere contro il pilomat, lo travolga, come hanno titolato i giornali, e non ci sia un solo detrito per terra, e il pilomat sia interrato? Se un’auto sbatte contro il pilomat e toglie il coperchio dove ha sede la scheda madre che ne controlla i movimenti, il pilomat si blocca nella posizione in cui si trova.via settembrini pilomat danneggiato2

Tre indizi fanno una prova. La logica conclusione è che questi candidati hanno dato alla stampa una notizia falsa (non c’è stato nessun incidente con nessuna auto!), distorcendo la realtà (il pilomat non è pericoloso per le auto che passano sopra), al solo fine di ottenere visibilità personale e fare propaganda politica contro l’amministrazione Comunale.

Ma ancor più grave questi improvvidi candidati ad amministrare la cosa pubblica hanno dimostrato di essere omertosi, oltre che bugiardi: hanno cioè nascosto la verità con le loro bugie! La verità è che un criminale ha commesso un reato a danno della collettività.

Questa mattina infatti il Comune, una volta esaminati i fatti, ha esposto denuncia alle autorità competenti contro ignoti per danneggiamento e atto vandalico.

I candidati di Progetto Reggio si sono ben guardati di dire dove hanno preso il coperchio del Pilomat e non ne hanno mostrato la parte interiore ed inferiore, quella veramente danneggiata e che contiene la scheda elettronica che ne controlla il movimento. Dalle mie immagini invece è evidente che il coperchio del Pilomat è stato forzato con uno scalpello ed è stato sradicato a mano, danneggiando la parte interna inferiore e piegando uno dei due perni di sostegno come si vede bene dalle foto che ho scattato. Così come non sono presenti segni d’urto nella parte superiore del coperchio del pilomat!

L’unica cosa grave da denunciare quindi è che un vigliacco ha causato un danno al Comune, che pagheremo tutti noi cittadini! Una persona che, evidentemente, non ha il coraggio delle proprie idee e non ha la forza di reggere il confronto con una scelta fatta dal Comune dopo diverse riunioni, assemblee, commissioni con i cittadini, la circoscrizione, i politici e i tecnici, e diverse sperimentazioni ed ipotesi alternative.

Se qualcuno non condivide questa soluzione, invece che danneggiare un bene pubblico, provi la via del dialogo e del confronto. L’amministrazione è aperta alla discussione, e i reggiani sapranno distinguere, domenica 25 maggio, trai politici responsabili e aperti all’ascolto e quelli che sono disposti a raccontare bugie, a nascondere la verità e a cavalcare polemiche in cerca di visibilità personale. Costoro non hanno tra le proprie priorità la ricerca di una soluzione condivisa che tuteli il bene comune, non ne hanno dimostrato le capacità né l’affidabilità necessarie!


Lascia un commento

Luca Vecchi al Carrozzone incontra i cittadini

carrozzone luca

Sabato pomeriggio al Centro Sociale “Il Carrozzone” abbiamo fatto appena in tempo, prima delle tempesta di vento e pioggia” a fare un piccolo brindisi con Luca Vecchi che incontrato e ascoltato i cittadini.

carrozzone antonella

Antonella Incerti ha parlato di Europa, facendo un appello ai presenti per convincere le persone ad andare a votare per un’Europa più forte e più attenta al Lavoro che non alla finanza, e votare per questo il PD-PSE a sostegno di Martin Schulz presidente della Commissione Europea!

banner comunali preferenzeIo ho fatto un appella a sotegno di Emilia Davoli al Consiglio Comunale, chiedendo alle persone di sfruttare la possibilità della doppia preferenza di genere: sarà possibile votare due consiglieri comunali, scrivendo il cognome di un uomo e di una donna. Continua a leggere